È INUTILE RESISTERE.

Quando si combatte per una giusta causa, BB30 è l'arma vincente.

Diventato oggi uno standard a livello industriale, le umili origini del BB30 sono da ricondurre a Cannondale da dove è stato successivamente scoperto e apprezzato dagli esperti del settore. Nel 1993, Cannondale ha cambiato per sempre e in meglio il settore delle biciclette e le prestazioni di guida. È stato in quel periodo che Cannondale ha modificato gli standard dei telai posizionando esternamente i cuscinetti della guarnitura per ottenere un sistema di pedalata più rigido. Ciò significa maggiore efficienza e migliori risultati di guida.

 

La nascita del BB30.

 

Non dimenticarsi mai delle origini... Nel 2000, mentre il diametro dell'albero del movimento centrale standard per il settore era ancora di 24 mm, Cannondale ha introdotto la guarnitura System Integration (Si) progettata insieme a una scatola movimento centrale fuori misura e un alberino da 30 mm, riducendo ulteriormente il peso e aumentando la rigidità. Tale sistema ha debuttato per la prima volta al Tour de France.

Riconoscendo che si trattava di un significativo miglioramento rispetto a sistemi con albero da 24 mm disponibili in quel periodo, Cannondale mise a disposizione del settore i progetti tecnici e concesse in licenza il BB30 come standard internazionale.

A seguito delle richiese dei clienti, i produttori di componenti e telai usano con sempre maggiore frequenza lo standard BB30. Il risultato evidente è che un numero crescente di clienti può beneficiare di una rigidità torsionale nettamente migliorata che garantisce una migliore efficacia della pedalata con un peso decisamente ridotto. Da allora, gli esperti del settore esaltano le virtù e i benefici del BB30.

"Mai prima di oggi sono stati raggiunti tali risultati dinamici . La rigidità del telaio e l'efficacia della trasmissione di potenza sono sbalorditivi. Il presunto guadagno del 4% rispetto alla normale componentistica della trasmissione si avvicina molto alla sensazione provata quando si passa da un allestimento a ingranaggi a uno a ruota fissa. Tranne per il fatto che in questo caso si dispone comunque di un'ampia scelta di rapporti. L'intero processo di premere sui pedali era così diretto e netto che la maggior parte delle volte mi ritrovavo a usare due rapporti superiori a quelli che avrei usato normalmente. Era così piacevole guidare la bicicletta che ogni volta tornavo a casa stremato perché ce l'avevo messa davvero tutta e mi ero divertito tantissimo".

La conclusione? Questa deve essere la strada che il settore della componentistica e della progettazione dei telai deve intraprendere in futuro perché è straordinario il modo in cui la bicicletta risponde all'impulso di potenza. Il piacere di utilizzo, lo stimolo ad andare più veloce e l'incoraggiamento che vengono trasmessi al ciclista sono infatti caratteristiche molto rare: ne vale la pena solo per queste peculiarità. Quando si aggiunge la leggerezza, una finitura piacevole e lo stile italiano, il risultato è un prodotto estremamente sorprendente. Un po' come un giovane amante, che ti fa sentire unico al mondo. E come dicono i francesi, tutti dovrebbero avere un amante: i migliori costano sempre cari, ma ne vale la pena". Recensioni: Procycling Magazine 2001. Di Robert Millar, Re della Montagna nel Tour de France 1984.

IL CONCETTO DI BASE.

Il settore delle biciclette deve far fronte a una serie di limitazioni che possono ostacolare l'innovazione.

B30 è uno standard internazionale gratuito che le aziende di telai e componenti possono utilizzare per offrire ai consumatori una maggiore scelta e migliori prestazioni. I seguenti produttori utilizzano attualmente questo standard per migliorare le prestazioni.

Lo standard internazionale BB30 fornisce le specifiche tecniche per una scatola del movimento centrale fuori misura per il telaio di una bicicletta. Questo standard consente il Direct-fit, cuscinetti integrati a pressione e un albero da 30 mm. Il sistema è più leggero grazie ad un albero in alluminio da 30 mm e all'eliminazione delle calotte che conterrebbero generalmente i cuscinetti.

Il movimento centrale fuori misura del telaio offre un’area maggiore per l'aggancio di un tubo obliquo più grande, di un tubo verticale e di foderi bassi per resistere meglio alla deflessione causata dalle forze in azione nella pedalata.